Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Vai al menu di navigazione

Vai al contenuto

Login

Immetti

S.O.S. Creatività

Nel fronteggiamento educativo di situazioni problematiche

Ti trovi in: Home page > S.O.S. Creatività

S.O.S. Creatività

 

 

 

 

 

 

PERCORSO DI RICERCA-AZIONE

Di fronte a sfide educative sempre più pressanti e complesse, oggi più che mai c’è chiesto di uscire dalle routine e dagli schemi utilizzati  per individuare nuove e più efficaci proposte atte a intercettare quell’enorme bisogno di vita, di gioia piena, di cui i nostri ragazzi e giovani sono assetati e per offrire un’azione formativa che sappia leggere nei cambiamenti delle opportunità (un kairos) e non solo dei peggioramenti. Tutto questo per indirizzare l’educatore, l’insegnante, ogni genitore verso  una mentalità rinnovata, che sappia guardare in modo creativo, aperto, appassionato, al futuro e alla vita dei ragazzi e delle ragazze che gli sono affidati.La scelta di metodo della RICERCA-AZIONE (R-A), più che andare ad approfondire dei contenuti teorici nuovi,  attraverso un atteggiamento epistemico "partecipante" e "partecipato", muove da una situazione educativa problematica per la quale si intendono ricercare soluzioni pratiche. La R-A richiede un temporaneo distanziamento dalle preoccupazioni di azione immediata per attivare un momento di natura teorica, per "comprendere" la natura del problema così da definire quest'ultimo chiaramente, sia nelle sue line generali, sia in una situazione educativa concreta e determinata. In secondo luogo, si procede nel definire un sistema di ipotesi di lavoro attraverso il potenziale del pensiero creativo. Attraverso la R-A “non si tratta tanto di comprendere qualcosa, quanto di acquisire un potere di fare” (J.P. Pourtois), in quanto il sapere vale come fonte dell'azione e, a sua volta, l'azione vale come fonte di conoscenza pratica.

STRUTTURA DEL PERCORSO

INTRODUZIONE. Oltre le routine e le abitudini, come elaborare  strategie educative efficaci attraverso l’apporto del pensiero creativoLA

CORNICE NARRATIVA. Attraverso il linguaggio narrativo-teatrale, verranno introdotti dei casi educativi problematici, per far vivere ai presenti quel transfer socio-affettivo in grado di contestualizzare al meglio le situazioni da fronteggiare sul piano delle prassi educative.L’ANALISI DELLE TENTATE SOLUZIONI. Analisi di quelle soluzioni che spesso l’educatore mette in atto condizionato da routine, schemi interpretativi e percettivi della realtà, abitudini, reazioni emotive di auto-difesa o deresponsabilizzazione personale.

L’ANALISI PSICO-PEDAGOGICA DI UN CASO. Ogni caso problematico verrà analizzato attraverso un approccio psico-pedagogico, per comprendere l’origine del problema e ampliare la propria capacità interpretativa della situazione.

L’ESERCITAZIONE MEDIANTE TECNICHE DI PENSIERO LATERALE. I casi problematici verranno processati attraverso tecniche del pensiero laterale, vote a rompere le nostre rigidità e fissità mentali. Infatti, gli schemi mentali non sono facili da superare e, se da un lato ci permettono di risparmiare molte risorse ed energie psichiche, non dovendo ogni momento elaborare tutti gli stimoli a cui siamo esposti, dall’altro limitano la nostra capacità di analizzare e osservare la realtà, riducendo le possibili risposte e strategie risolutive che possiamo individuare di fronte ad un problema. Le tecniche di pensiero laterale possono aiutarci ad elaborare idee originali e innovative. Come scrive il suo massimo teorico, Edward De Bono: “le tecniche creative sistematiche del pensiero laterale possono essere impiegate formalmente e intenzionalmente per generare nuove idee e modificare le percezioni, e si possono imparare e mettere in pratica in base alle proprie esigenze”.

OBIETTIVI FORMATIVI

- Analizzare sul piano psico-pedagogico alcuni casi educativi particolarmente problematici

- Ampliare la propria capacità di analizzare la realtà e fronteggiare casi impegnativi

- Acquisire tecniche di pensiero laterale per ricercare soluzioni in grado di sbloccare situazioni educative difficili e trasformarle in opportunità di cambiamento

DURATA MODULO BASE 2 ORE

- Introduzione sul rapporto creatività ed educazione- Esercizi introduttivi rispetto alla capacità del pensiero creativo di aiutarci ad elaborare soluzioni efficaci

MODULI SPECIFICI SU CASI DA ANALIZZARE e FRONTEGGIARE

2 ORE L’UNO

AREA DINAMICHE DI GRUPPO

- Gestione di un bambino/ragazzo indisciplinato- Gestione di tensioni o conflitti negativi nel gruppo- Affrontare una carenza diffusa di disciplina nel gruppo- Cosa fare se nessuno fa domande o risponde alle sollecitazioni- L’organizzazione di un evento impegnativo da progettare e gestire con i ragazzi- Coinvolgere e stimolare ragazzi che sembrano non interessarsi a nulla- Favorire l’inclusione di bambini/ragazzi disabili nel gruppo- Gestire un gruppo spaccato in sottogruppi- Come agire in presenza di un bambino/ragazzo sbeffeggiato o isolato

AREA EQUIPE EDUCATIVA

- Gestire tensioni e conflitti nell’equipe educativa- Superare la difficoltà a progettare in équipe- Migliorare il clima e l’efficacia delle riunioni- Gestire un rapporto difficile tra catechisti/educatori e famiglie

AREA CATECHESI

- La partecipazione e il coinvolgimento dei bambini/ragazzi alla Messa- Superare l’abbandono post-cresima- Riscoprire il valore del Sacramento della Riconciliazione- Quali percorsi per i gruppi giovaniliAREA ORATORIO- Gestire gli spazi di bassa soglia / prima accoglienza- Creare ponti tra catechesi e oratorio- Come far rispettare le regole e non far perdere l’identità di questo spazio educativo- Come partire dalla realtà giovanile senza appiattirsi su essa ma proporre la novità del Cristo

AREA FAMIGLIA

- Come far interiorizzare e rispettare le regole in famiglia- Saper dare equi ed efficaci rimproveri e punizioni- Fronteggiare il rapporto figli e nuove tecnologie

ORGANIZZAZIONE.

Si può scegliere tra 2 opzioni organizzative dei percorsi formativi più un integrazione:

1 - PERCORSO IN PRESENZA. Nel corso si fa la scelta di una metodologia di formazione d’aula attiva, di tipo laboratoriale. I laboratori didattici utilizzeranno una metodologia formativa prettamente esperienziale e partecipativa, attraverso role-playing, giochi di simulazione, lavori in sottogruppi e altre tecniche di conduzione d’aula. L’obiettivo dei laboratori sarà quello di approfondire alcune tematiche dei singoli moduli formativi, mettendo in gioco direttamente le abilità cognitive e socio-affettive dei partecipanti, oltre a fornire loro degli strumenti didattici da poter impiegare  direttamente nel servizio educativo.

2 - PERCORSO MISTO A DISTANZA E IN PRESENZA. Il modulo introduttivo verrà realizzato a distanza, attraverso un filmato che introdurrà i corsisti ai contenuti chiave che verranno poi agiti nei moduli laboratoriali in presenza. In questo modo, abbassando il numero delle ore in presenza, si ridurranno i costi di formazione e/o si potranno sperimentare più moduli tematici.

3 - INTEGRAZIONE CON CONSULENZA PSICO-PEDAGOGICA PERSONALIZZATA (10h a corsista). Gli educatori, docenti e genitori possono contattare durante il periodo del corso il consulente a loro disposizione (psicologi, psicoterapeuti e counselor) per analizzare ogni singolo caso e ricercarne una soluzione pratica per la gestione, la riduzione ed il contenimento della situazione. La consulenza vuole essere una risposta ‘immediata’ per i casi più urgenti, e un punto di riferimento a cui rivolgersi per valutare strategie comunicative e relazionali di tipo pratico da attivare in classe, integrandole con il percorso formativo offerto.

Documenti

Iscrizione
ai corsi

Segreteria
organizzativa:

Creativ Formazione
via Rosmini 1, 42123
Reggio Emilia
tel. 0522-324686 0522-873011
fax 0522-360234
e-mail: formazione@creativ.it

Strabimbumbans

credits:e-project

I siti di creativ:

  • Creativ - il network delle idee
  • Iecr
  • animaeventi
  • creativ sociale
  • creativ menti
  • creativ educare
  • creativ learning method